È uscito il mio nuovo doppio c.d.
con le musiche per organo di Federico Caudana


La prima approfondita biografia a cura di Paolo Bottini
.
FEDERICO CAUDANA -
Vita e opere di un musicista tra professione e vocazione.
Pubblicata nel settembre 2009 per i tipi del «Bollettino Storico Cremonese».

Martedì 29 settembre 2009 un centinaio di soci e simpatizzanti della "Società Storica Cremonese" si sono riuniti nella sala Maffei della Camera di Commercio di Cremona per la presentazione del nuovo doppio numero del «Bollettino Storico Cremonese» che esce sotto la nuova presidenza di Angela Bellardi Cotella, all'unanimità eletta dopo la rinuncia di Rita Barbisotti, pure preziosa redattrice della rivista negli anni passati.

Il «Bollettino Storico Cremonese» è una prestigiosa rivista di storia patria fondata da Carlo Bonetti, Agostino Cavalcabò e Ugo Gualazzini, dal 1995 pubblicato in una nuova serie (dodici fino ad oggi i volumi singoli realizzati) a cura della Camera di Commercio Industria e Artigianato di Cremona. Lo scopo della pubblicazione, promossa e realizzata dalla Società Storica Cremonese, è quello di riunire studi e ricerche sulla storia di Cremona.

Il presidente della Camera di Commercio Gian Domenico Auricchio ha dato il benvenuto ai convenuti e ha sottolineato con forza l'importanza del «Bollettino Storico Cremonese» confermando pure l'impegno della Camera nel sostegno alla pubblicazione negli anni a venire, essendo da considerarsi un vero patrimonio della città di Cremona. Così come lo è chiesa cattedrale di Cremona dedicata alla Madonna Assunta e «simbolo di aggregazione della nostra comunità» (ancora Auricchio).

I membri del comitato di redazione del Bollettino, nella fase di elaborazione dei contenuti di questa uscita, si rendevano conto che spontaneamente veniva a delinearsi un numero interamente dedicato proprio al duomo di Cremona nei varî aspetti non solo storici ma anche architettonici, archeologici, artistici, liturgico-musicali.

Sotto quest'ultimo aspetto, in particolare, giungeva nel febbraio 2009 un poderoso lavoro biografico svolto nell'arco di una decina d'anni di ricerche dall'organista cremonese Paolo Bottini intorno alla nota figura di Federico Caudana (1878-1963) dal 1907 alla morte organista e maestro di cappella della cattedrale di Cremona.

Questo lavoro biografico - fondato sull'inedito ricco epistolario intercorso tra il maestro Caudana e il celebre editore Vittorio Carrara di Bergamo (fondatore nel 1912 della Casa Musicale Edizioni Carrara)e pure trascritto da Bottini - inaugura nel Bollettino la nuova sezione dedicata alle biografie che, secondo gli intendimenti, vuole proprio in futuro raccogliere inedite notizie di personaggi cremonesi possibilmente del passato più recente che meritino di non sfuggire all'oblio del tempo.

E nonostante questo interessante lavoro – definito in sede di presentazione da don Andrea Foglia (in questo caso in qualità di consigliere della Società Storica Cremonese) «una piacevolissima sorpresa» per la presenza di abbondanti cremonesi fonti scritte e orali che dipingono più di mezzo secolo di storia locale – occupi quasi la metà di questo nuovo numero del «Bollettino», la doppia uscita ha dato la possibilità di inserire altri interessanti contributi.

Altra novità del «Bollettino» è la pubblicazione integrale di fonti e in proposito, giusto continuando con la musica in cattedrale, il musicologo cremonese Marco Ruggeri, dietro segnalazione di don Foglia (in qualità di direttore dell'Archivio Storico Diocesano di Cremona), ha curato la comunicazione della scoperta di nuovo materiale documentario relativo allo stato dell'organo della cattedrale di Cremona nel 1825 (in particolare circa la presenza di un progetto di restauro-ampliamento dello strumento da parte dell'organaro mantovano d'origine viadanese Luigi Montesanti, grazie al quale ora si può conoscere in dettaglio l'aspetto del precedente organo risalente al Cinquecento) che erano sfuggiti al compianto Oscar Mischiati nella redazione del grandioso volume apparso nel 2007 e dedicato appunto alla storia degli organi del duomo di Cremona dal Quattrocento all'Ottocento.

Emilio Giazzi, poi, si occupa di un inventario del 1485 contenente libri per il culto, paramenti e arredi per la cattedrale oltre a descrivere la biblioteca della Fabbrica della cattedrale all'epoca della visita apostolica del cardinal Borromeo.

Nella sezione “studi” il «Bollettino» presenta nuovo materiale di ricerca: Nicoletta Cecchini presenta l'edificio romano nella cripta del duomo; Paolo Piva avanza una nuova proposta sul problema del gruppo episcopale di Cremona nel 1107-1117; Fabio Scirea affronta un dettagliato studio sulla loggia del protiro della facciata principale della cattedrale; infine Simona Bini si occupa dell'area presbiterale tra Quattro- e Cinquecento.

Ci sono poi un paio di contributi stesi da due compianti sacerdoti: Giuseppe Gallina (se il vescovo Sicardo veramente consacrò solennemente la cattedrale nel 1190) e Franco Tantardini (che a quattro mani con Ivana Brusati si occupò dell'epigrafe con Enoc ed Elia).

Completano questo nuovo corposo volume (462 pagine) quattro recensioni di pubblicazioni che si occupano specificamente della cattedrale di Cremona e un'ampia e preziosa bibliografia cremonese curata da Antonio Brida che comprende i più disparati argomenti relativi a Cremona e al suo territorio provinciale.

[articolo pubblicato sul settimanale diocesano cremonese «La Vita Cattolica» giovedì 8 ottobre 2009: per scaricare il PDF originale, cliccare BIOGRAFIA DI FEDERICO CAUDANA NEL «BOLLETTINO STORICO CREMONESE» (di Paolo Bottini)]

Per leggere un breve profilo biografico di Federico Caudana (a cura di Paolo Bottini), cliccare QUI

Per ascoltare la "Marcia nuziale" di Federico Caudana (eseguita da Paolo Bottini all'organo "Balbiani Vegezzi Bossi" del Santuario di Caravaggio), cliccare QUI

Invia la tua testimonianza personale su Federico Caudana: scrivi a caudanaCHIOCCIOLApaolobottiniPUNTOit


FEDERICO CAUDANA ORGANIST AND ORGAN MUSIC COMPOSER

by Paolo Bottini


I reckon that the organ music of Federico Caudana (Castiglione Torinese, 4th December 1878 - San Mauro Canavese, 29th July 1963) – an author certainly most known for his sacred and secular choral music, thanks to the great widespread of Bergamo “Edizioni Carrara” Music Press - is known in Italy more among amateur organists (those who play during Catholic services) than by professional Conservatoire trained organists, thanks to the music set entirely contained in this recording, although in recent times, also thanks to Caudana’s biography that I have compiled for "Bollettino Storico Cremonese” (published in Cremona in September 2009), organists such as Gianluca Libertucci willingly perform at concerts and during Holy Mass some pieces taken from the Concentus Ecclesiae set. We know for sure that the Organist and Choirmaster of Cremona Cathedral (from July 1907 to his death) - completely immersed in the daily liturgical services life, constant teaching activity and the occasional concerts - was not particularly interested in composing music for organ [to be continued]...



ARTICOLI DI RECENSIONE
sulla conferenza tenuta da Paolo Bottini
presso ADAFA di Cremona
il 16 dicembre 2009
riguardo la figura e l'opera di
FEDERICO CAUDANA

[recensione pubblicata sul quotidiano "La Cronaca" del 17 dicembre 2009]

[recensione pubblicata sul quotidiano "La Provincia" di Cremona il 17 dicembre 2009]

 


Comitato Organistico Cremonese

con il patrocinio di

COMUNE DI CREMONA
PROVINCIA DI CREMONA
AVIS COMUNALE DI CREMONA
BIBLIOTECA STATALE DI CREMONA
UFFICIO LITURGICO NAZIONALE - C.E.I.
ASSOCIAZIONE ITALIANA ORGANISTI DI CHIESA

AZIENDA DI PROMOZIONE TURISTICA DEL CREMONESE


promuove la commemorazione del


40° anniversario della morte
FEDERICO CAUDANA
Organista e M° di Cappella del Duomo di Cremona

 



PROGRAMMA


Cremona, martedì 22 luglio 2003, ore 10.30
Biblioteca Statale di Cremona - via Ugolani Dati, 4
INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA DOCUMENTARIA
dei manoscritti musicali autografi
a cura di
M° Paolo Bottini
,
curatore del catalogo del “fondo Caudana” della Biblioteca Statale
Dott.sa Raffaella Barbierato,
curatrice della mostra, responsabile dei fondi musicali della Biblioteca Statale
Dott.sa Emilia Bricchi Piccioni,
Direttrice della Biblioteca Statale di Cremona

* * *

Cremona, sabato 26 luglio 2003
ore 8.45
Chiesa Cattedrale di Cremona
CELEBRAZIONE DI LODI E S. MESSA A SUFFRAGIO
esecuzione di canti e musiche di Federico Caudana
Paolo Bottini all’organo “Mascioni”
celebrante: mons. Aldo Cozzani

* * *

 

Cremona, sabato 26 luglio 2003
ore 10.30

Centro Pastorale Diocesano "Maria Sedes Sapientiae
"
CONVEGNO
“Federico Caudana: organista, direttore di coro, compositore, didatta”


Relazioni di:

M.° Paolo BOTTINI, direttore artistico C.O.C.:
- Il necrologio a firma di don Dante Caifa pubblicato nel settimanale diocesano “La Vita Cattolica” il 4 agosto 1963

M.° Marco RUGGERI, organista della Cappella Musicale del duomo di Cremona, docente al Conservatorio di Novara:
- L'organo nei documenti della Chiesa dalla fine dell'Ottocento al Vaticano II

M.° Fausto CAPORALI, organista titolare della cattedrale di Cremona, docente al Conservatorio di Torino, membro della Commissione diocesana cremonese di Musica per la Liturgia:
- Per un inquadramento critico della musica di Caudana e del cecilianesimo

Dott.sa Raffaella BARBIERATO:
- Il fondo “Caudana” della Biblioteca Statale di Cremona

Franco Tonetti, nipote del Maestro:
- Il nonno Federico Caudana


M.° Roberto COGNAZZO, organista e musicologo, già Docente al Conservatorio di Torino:
- Quarant’anni dopo: Federico Caudana tra lontani ricordi ed attuali riflessioni


Saranno presenti anche:
dott.sa Annamaria Caudana, figlia del Maestro
dott.sa Maria Federica Tonetti, nipote del Maestro
comm. Vinicio Carrara, amministratore della Casa Musicale Edizioni Carrara

* * *

Cremona, sabato 26 luglio 2003
ore 16.30
chiesa Cattedrale di Cremona
CONCERTO DI MUSICHE SACRE
di Federico Caudana per coro e organo


Paolo Bottini
all'organo “Mascioni”
Michele Bosio all’organo positivo “Giani”
Hiroko Miura, soprano;
coro “Pueri et Juvenes Cantores” della chiesa Cattedrale di Fidenza (PR)
diretti da Luca Pollastri


PROGRAMMA

Improvviso in do maggiore (vers. di P.B.)
Ave Maria
, a 4 voci virili senza accompagnamento

Ninna Nanna per organo solo (1957)
Magnificat in VIII modo a 2 voci in falsobordone, con alternanza di versetti organistici originali
Tota pulchra es Maria ad 1 voce con organo

Marcia religiosa in re bem. magg., per organo solo
Ego sum Pastor bonus a 2 voci con organo
Marcia funebre in si minore (inedita), per organo solo

Offertorio in la maggiore, per organo solo
Ecce fidelis servus, mottetto a 3 voci (senza accompagnamento)

Musetta, per organo solo
Gesù bambin mi guarda, Canzoncina natalizia per soprano e organo
Elevazione in sol maggiore, per organo solo
Ave Maria in fa maggiore (1947), per soprano e organo
Improvviso in sol maggiore, per organo solo (vers. di P.B.)

* * *



Il coro “Pueri et Juvenes Cantores” della chiesa Cattedrale di Fidenza fondato nel 1994 dall’attuale direttore, M° Luca Pollastri, è formato da oltre 35 elementi, dai 5 ai 20 anni.
Svolge quasi esclusivamente servizio liturgico in Cattedrale, animando le liturgie con un repertorio che comprende sia canti liturgici da eseguire insieme all’assemblea, sia brani di polifonia sacra.
Oltre a partecipare ad importanti concerti in città e in provincia, è stato invitato a esibirsi a Macerata, Martignacco (UD), Cordenons (PN), Roma, Genova, Chianciano Terme (SI), Pordenone, Modena.
Ha inoltre ha collaborato alle esecuzioni del “Requiem” di G. Fauré (1995), della “Kronungsmesse” di W. A. Mozart (1997-1999), della "Messa Solenne di S. Cecilia" di C. Gounod (2000), dei “Pezzi Sacri” di G. Verdi (2001), con orchestra.
Sin dal 1995 è iscritto alla Federazione Italiana e Internazionale Pueri Cantores e come tale ha partecipato ai Congressi di Assisi, Sorrento, Barcellona, Roma, Loreto e Lione.
In occasione del Giubileo, ha preso parte alla realizzazione del CD "Apostoli di gioia - Canzoni del Giubileo dei bambini", venduto in tutto il mondo.

LUCA POLLASTRI curriculum vitae

PAOLO BOTTINI curriculum vitae

MICHELE BOSIO, curriculum vitae

HIROKO MIURA, nata a Kyoto (Giappone), intraprende sin da giovanissima lo studio del pianoforte, e scoprirà ben presto la sua attitudine per il canto, che la porterà a laurearsi in Canto (soprano) presso la «Kyoto City University of Arts» (1997) sotto la guida di Taeko Onishi (soprano), Makoto Nadai (baritono). Dal 1999 vive in Italia, dove ha perfezionato la sua preparazione di cantante lirica sotto la guida del mezzosoprano Adriana Lazzarini. Interessata alla storia, ricezione e prassi esecutiva dell’opera lirica italiana ha frequentato i corsi con indirizzo Musica e Spettacolo presso la «Facoltà di Musicologia» (Università degli Studi di Pavia). La sua predilezione per le fonti del repertorio belcantistico l’ha portata ad ottenere (nel 2003) la patente di «Tecnico della trascrizione e della revisione del manoscritto italiano preromantico ai fini dell’allestimento editoriale» - Corso organizzato dalla Regione Lombardia - con la trascrizione (partitura, spartito canto e piano, parti staccate, realizzazione di basso continuo) dell’opera «Ero e Leandro» del compositore parmense Ferdinando Paër (1771-1839). Nel 2000 si è classificata seconda al Concorso «Musicale Internazionale Isole Borromee» (Verbania) nella sezione canto lirico, ed ha vinto una borsa di studio per i giovani musicisti, bandita dal «Concorso Internazionale Voci per Francesco Cilea» (Varazze). Ha collaborato con importanti studiosi quali Anthony Newcomb e Luigi Ferdinando Tagliavini interpretando musiche di Luzzasco Luzzaschi, Giulio Caccini e Wolfgang Amadeus Mozart all’interno dei seminari di prassi esecutiva presso la «Facoltà di Musicologia» (Università degli Studi di Pavia). Ha frequentato il Corso di Canto nella classe del soprano Laura Groppi presso l’Istituto Musicale «Giovanni Pierluigi da Palestrina» di Castel San Giovanni (PC).


* * *


Cremona, sabato 26 luglio 2003

ore 21
CONCERTO D’ORGANO nella Chiesa di S. Luca
(organo “Giuseppe Rotelli” - 1901)
del M.° Gianluca Libertucci
organista titolare del Vicariato per la Città del Vaticano nella Basilica di S. Pietro

PROGRAMMA

Marco Enrico Bossi - Alleluia
(1861-1925) - Prélude
(dai “Six Pièces d’Orgue” op. 70)

Lorenzo Perosi * - Preludio
(1871-1956) - Inno “Creator alme siderum”
- Trio
- Fuga su P.E.R.O.S.I.

Federico Caudana - Scherzo
(1878-1963) - Allegretto festoso
- Comunione
- Corteggio nuziale
- Improvviso
(dalla raccolta “Concentus Ecclesiæ”, 1956)

Domenico Bartolucci * - Elevazione
(1917) (dalla “Suite per Organo”)
Fuga su Regina Cœli
(dal “Trittico Mariano”)

Giuseppe Liberto * - Fantasia su “Victimæ Paschali laudes”
(1943)

* In ordine cronologico i Maestri della Cappella Musicale Pontificia “Sistina” nel corso del XX secolo.

GIANLUCA LIBERTUCCI, curriculum vitae

* * *


Martedì 29 luglio 2003, ore 10
Cappella della Beata Vergine Addolorata nel Civico Cimitero
S. MESSA a SUFFRAGIO
nel giorno anniversario della morte
Esecuzione di canti e musiche di Federico Caudana a cura di:
Michele Bosio, organo
Hiroko Miura, soprano

* * *


Le manifestazioni in onore di
FEDERICO CAUDANA
si svolgono in collaborazione con:

AVIS COMUNALE CREMONA
GIANI CASA D'ORGANI - Corte de' Frati - CR
CASA MUSICALE EDIZIONI CARRARA - Bergamo


Federico Caudana ritratto alla consolle dell'organo "Balbiani Vegezzi Bossi" della cattedrale di Cremona nel 1938



Paolo Bottini esegue di Federico Caudana la "Marcia nuziale" all'organo del Santuario di Caravaggio

VERDI d'ORGANO
Sinfonie, cori e arie dalle opere di Giuseppe Verdi
in versione per organo solo:
un c.d. di Paolo Bottini